Festa del pane

2017

 

FESTA DEL PANE  INTERNAZIONALE  E DELLA DIETA MEDITERRANEA

2017 – 3° edizione

festa e occasione di riflessione ,  al centro della nostra zona, storicamente cerealicola ,  sul cibo più antico e ancora presente sulle nostre tavole: il pane della nostra zona e  i pani del mondo  qui intorno a noi, in collaborazione con l’Associazione Internazional Mente Insieme di Petritoli, la Cooperativa agricola di Comunità Roccamadre, il Comune di Carassai.

 

Si terrà domenica 23 luglio, alle ore 17, a Carassai via Marconi, la terza edizione della Festa del Pane e della Dieta Mediterranea. Quest’anno abbiamo  allargato lo sguardo,  sempre partendo dal nostro piccolo punto di vista di Carassai, al mondo intero: qui intorno a noi vivono persone che vengono da diverse parti del mondo, ed essendo il pane alimento base da secoli della grande maggioranza dei popoli, abbiamo  invitato  chi,  per periodi lunghi o brevi condivide  la residenza in Valdaso o Valmenocchia, ma viene da altri paesi del mondo,  a condividere con noi la storia reale e simbolica dei loro pani. L’evento è organizzato da Sibilla Arte di Carassai in  collaborazione con l’Assoc. Internazional Mente Insieme di Petritoli, che già da 9 anni organizza nel periodo estivo una cena conviviale con  non italiani e italiani del territorio, e della cooperativa Roccamadre, che cura la coltivazione biologica di grani antichi , la macinazione e la produzione in  proprio di farine e pasta. Stefano Marconi, dell’agriturismo La Quarta,  ci parlerà di farine e mulini.

La Festa si svolgerà in via Marconi, davanti alla così detta Porta Nuova , un angolo di paese quasi fondale di teatro: simbolo del borgo da vivere, espressione dell’opera collettiva degli antichi abitanti e luogo da vivere oggi, stratificazione dei miti e degli archetipi e del loro perdurare nel tempo.

Un’opera d’arte contemporanea, esposta solo per questa giornata, farà da sfondo alla piazzetta che accoglie la festa: Ultima cena di Herman Nitsch, forse la più antica immagine/simbolo legata al pane, che sarà presentata da Claudio Marcantoni, della Galleria Marcantoni di Pedaso.

Il pane è casa, memoria ma anche lavoro, terra, rituale. Il pane è cultura e storia. Insieme a molti compagni  (da cum-panis: coloro che condividono il pane ) , cioè tutti insieme , esploreremo ciò che il pane significa nei  ricordi, nelle tradizioni e nei valori comuni attraverso lo spettacolo  “Impasti poetici”, colla regia di Fiorella Talamonti e la recitazione di Fiorella Talamonti e Barbara Lattanzi, accompagnate dalla musica di Davide Cococcioni alla fisarmonica e di Guido Porrà al sassofono.

Dopo lo spettacolo si potrà visitare l’antica Cantina Andreani, aperta al pubblico solo per l’occasione. Esempio armonico di architettura medievale, conserva ancora le botti originali che la famiglia usava per fare il vino fino a circa cinquanta anni fa. I luoghi del lavoro, dove una volta si producevano gli alimenti e gli strumenti necessari al quotidiano, fanno parte del patrimonio storico dei nostri paesi e sono testimonianza, per dirla con l’architetto Roberto Pane, uno dei primissimi studiosi attenti al paesaggio, di “rispondenza tra vita e forma”.

Al termine  gusteremo in convivialità assaggi dei pani di diversi paesi, dalle mani sapienti di Zora, Mohammed, Sheila, Monica,  Endela, e anche dei pani di Paola Cicchese di MES, di Emanuele del Forno di Collina, Montemonaco,  del forno di Ada, di Fabrizio e altri.

 

Sibilla Arte- Carassai
Il Presidente
Adriana Braga

IMG_2929_cr
IMG_2941
1-Vincenzina festa Pane
5-Vincenzina
6-Vincenzina
12-Vincenzina
14-Vincenzina
15-Vincenzina
16-Vincenzina
17-Vincenzina
18-Vincenzina
19-Vincenzina
20-Vincenzina
21-Vincenzina
22-Vincenzina
23-Vincenzina
24-Vincenzina
IMG_2918
IMG_2922